Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Gruppo scout CNGEI Valmadrera

Trofeo Scribanti 2017

12 aprile 2017

Partimmo dalla ridente cittadina di Erba in una meravigliosa giornata di sole, un po’ amareggiati per Elia, ma pronti ad affrontare con onore il mitico torneo (o trofeo? Bah!). Dopo un paio di viaggi in pullman, passati con scacciapensieri, ocarina e gente incapace di fischiettare, siamo arrivati alla grande città di San Fedele Intelvi (popolazione: sei vecchietti e quattro mucche), dove ha sede la base nord del CNGEI. Salutammo i nostri compagni delle altre sezioni, e dopo dei gridi grintosi, un’alzabandiera spaccatimpani e un glorioso inno alla gloriosa patria fummo pronti per montare le tende e rilassarci che domani AH NO! IMMEDIATAMENTE A MONTARE I TELINI, CHE VE LI VALUTANO COME PRIMA FASE DEL TORNEO!

In mezz’oretta tirammo su i nostri teli bucati senza picchetti e con lo spago dell’iper, ma grazie a un po’ di ingegno scaut riuscimmo a farli stare su. Non ci fu un attimo di riposo: c’era pure la gara di cucina! Ci diedero farina, sale, zucchero, uova, patate, mele e delle salsicce, e qualche indicazione su come fare il delizioso pane alla trapper™. Una regola, però: non potevamo usare pentole o gavette! Così trovammo un angolo per pattuglia e iniziammo a cucinare, quando, all’improvviso, arrivò il nostro incubo peggiore: d’altro canto, che cos’è un campo senza la famigerata nuvoletta dell’esploratore™? Tentammo l’impossibile per mantenere i fuochi, ma servì ben poco contro la furia incontrastabile della natura. I cobra mangiarono sale, salsicce e altro sale, i cervi ebbero il lusso di succhiare uova crude da dentro patate crude, e le pippante (pippi + pante) ebbero la loro razione di diossido di carbonio e altri gas tossici. Inutile dire che la gara fu annullata, probabilmente per intossicazione dei giudici. Quelli che sopravvissero ebbero la pietà di offrirci una fetta di crostata e una tisana, che per molti fu l’unico pasto (commestibile) della serata.

Dato che l’uragano non dava segni di volersi calmare, alle pippante e ai cervi fu offerto di dormire dentro la casa scout, mentre i cobra, gli unici con un telino non strappato dal vento o completamente bucato dalle termiti, passarono la notte sotto il loro rifugio. La mattina dopo ci fu la sveglia presto, che bisognava finire di sistemare gli angoli del fuoco e camminare per la terza tappa, la gara di orienteering! Tra una tappa e l’altra, inoltre, bisognava costruire un arco e delle frecce, per la gara finale di tiro con l’arco. E così, dopo le varie tappe, dove ci insegnarono come costruire delle trappole, ad impermeabilizzare i fiammiferi, il necessario da portare nei casi di emergenza e come costruire un saccapelo di riserva, imparammo che se ci trovassimo mai persi per il bosco… saremmo veramente fregati. Ma il torneo doveva giungere alla sua conclusione, e così, dopo che tutte le pattuglie ebbero costruito i loro splendidi archi e frecce (e sperato che non si sfondassero dopo il primo tiro), le pattuglie furono pronte a fallire miseramente. Tra i colpi meglio riusciti ricordiamo il mitico colpo di rimbalzo e la strabiliante freccia roteante (che sfortunatamente beccò il bersaglio con il retro della freccia).

Il campo fu chiuso dal meraviglioso quadrato di chiusura, fatto in fretta e furia per via del reparto Gabbiani del Lario, maledetti guastafeste che dovevano prendere il pullman presto per tornare a casa. I cervi si guadagnarono un sudato quattordicesimo posto, le pippante addirittura il quinto ma il top fu raggiunto dai cobra, che arrivarono PRIMI! (o almeno così dice il loro attestato, leggermente modificato con la penna). Durante il viaggio di ritorno preparammo un meraviglioso cartellone per dare forza ad Elia, e la giornata finì gustando un rinfrescante ghiacciolo davanti alla copia scrausa comasca della funicolare Bergamasca.

Lorenzo – Cervi

Gara di cucina

12 aprile 2017

Il giorno 12 (domenica) di Marzo 2017 il grande gruppo Scout di Valmadrera ha dovuto affrontare una prova molto difficile di cucina con un gruppo di Scout d’Europa (F.S.E) di Vimercate. L’incontro tra i due gruppi è stato a Pian Sciresa dopo una lunghissimaaa camminata sotto il fuoco cocente del sole e accompagnati, lungo il sentiero, dal piacevolissimo rumore di ferro arrugginito che sfregava contro altro ferro arrugginito, in quanto abbiamo dovuto trasportare i bidoni per cucinare a mano, “divertendoci” a sporcarci le mani di unto (che chissà da quanto tempo era lì).

Arrivati a Pian Sciresa si presenta davanti a noi questo gruppo, di soli maschi, che giocavano tranquillamente mentre noi eravamo completamente stanchi e sudati. Appena abbiamo ricominciato a respirare ci siamo messi in quadrato, tutti e due i reparti, e qui abbiamo notato la prima cosa strana di questo gruppo a noi sconosciuto: loro per mettersi in quadrato, ma anche in cerchio di pattuglia, corrono dietro ai loro capi e messi in posizione perfetta (cosa che noi non riusciamo a fare neanche se ci impegniamo) gridano il loro urlo di pattuglia. Dopo le presentazioni, dove tutti i hanno detto i loro nomi(ma che nessuno di noi si è ricordato visto che sono solamente 40), ci hanno diviso in bipattuglia con l’altro gruppo e abbiamo svolto delle attività e qui abbiamo scoperto un’altra stranezza di questi scout: loro imparano l’alfabeto morse a memoria!!

In seguito abbiamo incominciato a cucinare sui bidoni, un disastro, quando le varie pattuglie finivano di mettere in pratica le loro “abilità culinarie”, si chiamavano i capi che assaggiavo i cibi (come al solito sono quelli che mangiano di più) e li valutavano con anche le presentazioni, dei piatti, fatta da noi. Appena finito di sistemare il caos che abbiamo fatto e dopo che la pattuglia dei Cervi ha finito di cucinare (4/4.30 per la felicità dei capi), ci hanno fatto giocare a un misto tra guardie e ladri e scalpo.

Alla fine c’è stata la consegna del trofeo (uno scolapasta nero a forma di bombetta) e per nostra delusione ha vinto la pattuglia delle Pantere maschile del F.S.E. anche se la pattuglia delle fantastiche Pantere femminile di Valmadrera è arrivata seconda perdendo di pochissimi punti. (Questo grazie alla grandissima cuoca, ossia Camilla e all’ottima fuochista, ossia Alice.) Per salutarsi adeguatamente gli scout cosa fanno di solito oltre al grido di reparto? Giocano a roverino ovviamente e così è stato (anche se qui abbiamo conosciuto il loro modo di giocare a dir poco terrificante). La nostra fantastica avventura finisce così come è iniziata con noi che percorriamo il sentiero sempre accompagnati dal quel piacevolissimo suono di ferro arrugginito che strofina su altro ferro arrugginito.

Camilla – Pantere

Calendario reparto 3° trimestre 2016-17

23 marzo 2017

Calendario reparto 3° trimestre 2016-17

Calendario reparto 3° trimestre 2016-17

Siamo arrivati al terzo trimestre di questo anno scout scoppiettante ed entusiasmante.

Il calendario è molto ricco di cose da fare, appiccicatelo con la calamita sulla porta del frigorifero, così non vi dimenticherete di nessun appuntamento! :)

BAT BOX + BIVACCO A ESINO LARIO

14 febbraio 2017

E’ da un po’ che non aggiorniamo il sito: RIMEDIAMO SUBITO!

Iniziamo raccontandovi l’attività in sede del 28 gennaio: i ragazzi hanno conosciuto due lupette, un po’ cresciute, ma ancora intrappolate nella giungla. L’unico modo per aiutarle ad uscire è imparare a fare un servizio! Per iniziare abbiamo costruito quattro batbox, così finalmente anche i pipistrelli d Valmadrera avranno una casa!
Meeeentre il weekend 11-12 febbraio, il reparto si è recato a Esino Lario. Questa attività ce la racconta Alice, cp della pattuglia Pantere:
Alle ore 16 di sabato, siamo partiti dalla stazione di Lecco. Il viaggio in treno non è durato molto ma, con Demetrio che non smetteva un attimo di suonare quella maledetta ocarina, è sembrato più lungo. Arrivati alla stazione di Varenna, dopo esserci cimentati in una partita di flipper, abbiamo preso il pullman e siamo giunti a destinazione (Esino Lario).
Dopo vari tagli tattici nella neve abbiamo raggiunto la casa dove avremmo dormito. Finito di sistemare gli zaini… perché non fare delle bellissime partite a castellone nella neve alta, senza guanti né sciarpa? Castellone a parte, prima di cenare ogni pattuglia ha sistemato il proprio intervento per il fuoco della sera. Dopo cena abbiamo preso parte ad una  variante del fuoco di bivacco dove ciascuna ptg ha presentato agli altri un gioco, una canzone o una scenetta con tema i “diritti dell’uomo”. In seguito Geo ha fatto la sua promessa davanti al reparto e per finire in bellezza la serata abbiamo giocato a “sparite” e ad “assalto al fortino”. La domenica mattina i capi hanno preparato per noi un gioco a tappe per farci
conoscere alcune specialità. Da ricordare c’è la tappa ”Scienze di laboratorio”, dove Lorenzo ha trovato il suo nuovo passatempo preferito: la torre di Hanoi. Dopo pranzo siamo partiti per raggiungere a piedi la stazione Varenna ma, dato che il treno sarebbe arrivato dopo mezz’ora, siamo stati sul lungo lago a giocare e a mangiare biscotti. Il caso vuole che
prendessimo proprio il treno con tutti i sedili occupati e allora, da bravi scout che siamo, abbiamo invaso e fatto nostro lo spazio tra le due porte ostruendo il passaggio con persone sdraiate, zaini e guidoni vari.
Che dire, CI SIAMO DIVERTITI MOLTO ANCHE QUESTA VOLTA!

Il campo delle spie

9 gennaio 2017

Ecco a voi un po’ di foto scattate al campo invernale di reparto, che in realtà era solo una copertura per la scuola per spie di Frerola. Avrebbero dovuto restare segretissime, ma il controspionaggio è riuscito a craccare il server dove erano state caricate.

Enjoy! 8)

Calendario reparto 2° trimestre 2016-17

27 dicembre 2016

Calendario reparto 2° trimestre 2016-17

Calendario reparto 2° trimestre 2016-17

E’ online il calendario delle attività del Reparto “Gabbiani del Lario” del secondo trimestre!

Buon 2017!!!!! :)

Bivacco Magreglio 10-11 dicembre

17 dicembre 2016

In una tiepida giornata di Dicembre il reparto “Gabbiani del Lario” si trovava nel ridente paesino lombardo di Vassena, lungo la costa occidentale di quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno.

L’aria che si respirava era frizzante e faceva nascere in tutti loro una gran voglia di camminare (e di
mandarini), insomma erano pronti per iniziare quella che di sicuro sarebbe stata una magnifica avventura. Certo quello era proprio un piccolo reparto (pochi ma buoni), ma di grandi chiacchieroni. Durante tutta la durata del sentiero aguzzando un po’ l’orecchio si poteva sentire di ogni che, da una semplice cronaca scolastica farcita dei piu’strambi insulti verso i prof. , a una dettagliata spiegazione riguardo all’ ultimo aggiornamento di un diabolico videogioco.

Il sentiero percorso da quella banda di scalmanati sara’visibile dal satellite per i prossimi settant’ anni in quanto una striscia arancione di bucce di mandarini era stata lasciata a terra. Jack puo’confermare che quella cassetta di agrumi comprata in sconto all’ Esselunga e alleggerita parecchio durante il viaggio di
andata sia stata parecchio utile per ritrovare il percorso al ritorno…

Giunto il tramonto i nostri avventurieri non erano ancora giunti nel loco dove avrebbero passato la notte
quindi fu un sollievo per tutti arrivare al caldo dei caloriferi nella luccicante casa di caccia del tranquillo
villaggio di Magreglio. Una volta sistemati i sacchiapelo i ragazzi si divisero in bi-pattuglie (dopo dei bellissimi esercizi teatrali ndr.) per organizzare e preparare quelle magiche storie di Natale che forse avete gia sentito o magari non avete avuto ancora il piacere di farlo.

Lo stomaco cominciava a brontolare e si sa che a pancia vuota non si lavora bene. Quindi svuotata una pentola di pasta e tonno e mangiati i piu’ svariati secondi piatti portati da casa (dalle frittate olandesi alle cotolette surgelate) questo improbabile gruppo di scout diviso in gruppi si preparava a giocare ad un ancora piu’ improbabile caccia al tesoro architettata dagli amatissimi capi. Una volta “scalpati” gli avversari e ricomposta la mappa dei pirati, il tesoro fu trovato (con grande sollievo di tutti) e cosa c’e’ di meglio di una calda tisana aromatica per concludere la giornata? Naturalmente una poesia di Kipling con sottofondo un alquanto discutibile colonna sonora. Ma era tardi e i primi sbadigli si iniziavano a sentire lassu’a Magreglio, purtroppo per i veterani non era ancora il momento di infilarsi nel comodo saccopelo, infatti quella sera si tenne il primo consiglio di reparto, composto da capi e vice pattuglia.

Per la stanchezza tutti si addormentarono in fretta e passarono una buona notte, ho detto tutti? Scusatemi molto, qualcuno, non faccio nomi, certo ha passato una buona notte, ma giocando a carte!
Sveglia! Una splendida mattina sorrideva sui ragazzi e cio’ significava l’incombere di un mare di magnifiche attivita’.

Finalmente finiti i biscotti di seconda marca restanti dal CCP (Corso Capi Pattuglia 5/6-11- 2016) il reparto scopriva insieme il motto “SI PREPARATO” tramite delle fantastiche attivita’ in cui hanno imparato, e di sicuro non scorderanno mai, cosa fare in ogni evenienza: come costruire un rifugio, come raccogliere il materiale caduto nei rovi, come accendere un fuoco, ma soprattutto… Come fare una piramide umana…

Scoprire un motto come si preparato, fa venire un certo languorino e niente puo’ sembrare sembra piu’ buono di un panino con la mortadella, il salame o il chorizo (tipico salame piccante della penisola iberica) farcito di tonno mareblu di prima scelta. Le scene composte la giornata precedente furono provate e si puo dire che ando’ tutto bene, o quasi… Si prospetta un magico Natale pieno di sorprese. Una volta puliti i bagni e le stanze il reparto era purtroppo pronto a lasciare la casa di caccia, ma si sa: ogni piacevole avventura ha un finale ancora migliore.

Quando uno scout finisce un Hike si porta dietro un acido senso di malinconia, mischiata a una voglia di un bagno caldo, ma ad alleviare il peso dello zaino e queste sensazioni spiacevoli c’ e’sempre un capo a
proporre un gioco divertente e violento al punto giusto come Roverino (tipico gioco scout), oppure per
calmarsi una, complessa per i nostri standard, anatra zoppa (non-tipico gioco scout).

Il viaggio di ritorno fu pieno di bucce di mandarini che ricordavano ai membri del piccolo gruppo che quella stessa strada l’ avevano percorsa il giorno prima, sembrava passata un eternita’. Tra gli zaini rotolanti, l’uranio delle banane e il mitico morbo di Osgood-Shlatter (vedi per credere) il viaggio di ritorno trascorse piuttosto rapidamente e in men che non si dica il reparto era a Vassena a salutarsi e gia a immaginare la prossima uscita assieme. Un Hike, come tutti gli altri del resto, fantastico e impossibile da dimenticare.

Martino__Cobra
(ci scusiamo con Clio, Elia e Pietro per non aver fatto la foto di gruppo anche con loro!)

Catena esplo per domenica 23 ottobre 2016

20 ottobre 2016

Domenica 23 ottobre ritrovo in Piazza del Mercato a Valmadrera alle ore 9.30, con pranzo al sacco, uniforme, poncho e scarponi ai piedi. Fine attività ore 15.30 stesso posto.
Portare i 70€ per l’iscrizione annuale e (per chi deve prenderli) le caparre per i capi dell’uniforme: 15€ per la felpa e 15€ per la camicia.
Esclusivamente l’iscrizione si può scegliere di pagarla tramite bonifico bancario alle coordinate sotto indicate:

IBAN: IT54E0760105138201075401081
Intestato a: Alberto Mariano
Banca: Poste Italiane Spa/Bancoposta
Causale: Iscrizione 2016/17 + Nome e Cognome dell’Esplo

Ci vediamo domenica allegri e pimpanti! :)

Calendario reparto 1° trimestre 2016-17

4 ottobre 2016

Calendario reparto 1° trimestre 2016-17

Calendario reparto 1° trimestre 2016-17

Carissimi, ecco qua il calendario delle attività del Reparto “Gabbiani del Lario” del primo trimestre dell’anno scout 2016/17!

Di norma per le attività del sabato pomeriggio non passa catena, quindi ci vediamo dalle 15:00 alle 17:30 in sede al Centro Fatebenefratelli.

:D

APERTURA!

30 settembre 2016

Ecco a voi le informazioni necessarie per l’apertura di questo effervescente anno scout! Domenica ritrovo ore 9.30 in sede, p.sacco e uniforme, poncho… fine attività a RIO TORTO ore 15.30.
I genitori sono invitati!
A domenica!